warning icon
YOUR BROWSER IS OUT OF DATE!

This website uses the latest web technologies so it requires an up-to-date, fast browser!
Please try Firefox or Chrome!

I computer sono fantastici strumenti che ormai sono in grado di realizzare realmente qualsiasi cosa. Chi l’avrebbe detto però che sarebbero serviti anche per fornire l’acqua calda.
Grazie alle cosiddette caldaie digitali, brevettate in Francia, infatti, è possibile ottenere acqua calda proprio dal calore prodotto e generato dai computer durante le ore di accensione ed utilizzo.

Come funzionano

Le caldaie digitali sono state brevettate e realizzate, nello specifico, da una Startup denominata Stimergy.
In particolare esse sono state inserite in un complesso di 40 alloggi all’interno di una grossa vasca metallica, dotata naturalmente di tutte le dovute protezioni e precauzioni per non danneggiare gli apparecchi.
Grazie a questo esperimento, svoltosi nel seminterrato di un edificio, è stato possibile riscaldare l’acqua per tutti gli alloggi presenti.

Le conseguenze

Questo interessantissimo esperimento apre le porte a conseguenze davvero incredibili nell’ambito soprattutto relativo al risparmio energetico.
Secondo quanto dichiarato dagli sviluppatori infatti: “Tramite le caldaie digitali il calore dei componenti elettronici è recuperato e convogliato in un serbatoio di accumulo per essere poi integrato nel circuito dell’acqua calda. Questo sistema permette un risparmio del 40% ed è affidabile poiché la produzione è continuativa nel corso di tutto l’anno con risultati completamente stabili”.

loading
×