Conferenza sul self publishing

  • -

Conferenza sul self publishing

Category : editoria digitale

Una giornata di studi, suddivisa in tre panel, dedicata a lettori, scrittori e aspiranti tali, editori, professionisti dell’editoria e delle biblioteche, per fare il punto sui cambiamenti che le tecnologie digitali stanno portando nel mondo del libro: dall’arrivo e dalla diffusione degli ebook al sempre maggiore successo del self publishing, dalle competenze necessarie per ‘fare’ un libro a quelle per promuoverlo e venderlo.

L’evento ha visto la partecipazione di oltre 200 persone suddivise in due sale (una con video proiezione della conferenza) più innumerevoli utenti che hanno seguito la diretta streaming audio-video.

L’hashtag ‘#conferenzaselfpublishing′ è diventato importante su Twitter per tutto il giorno e questo testimonia quanto l’evento sia stato un successo.

L’evento ha avuto luogo nella Sala maggiore della Biblioteca di Milano, ove sono raccolte le collezioni di libri antichi, in modo da ambientare nella scenografia della biblioteca tradizionale la discussione sul futuro del libro.

La Conferenza sul self publishing  vuole costituire inoltre l’atto fondativo di una Scuola di self-publishing.

La scuola ha come scopo la creazione di self-publisher in grado di pubblicare e promuovere le proprie opere in maniera indipendente, e la costituzione di un gruppo in grado di svolgere il ruolo di editorial board per la futura Self-publishing Academy.

Perchè tutto questo? Per recuperare terreno sulle altre nazioni!
In Italia siamo indietro: ci sono stati workshop di un giorno, ma un vero e proprio corso per self-publisher non è mai stato organizzato prima, per lo meno in Italia. All’estero si organizzano corsi del genere o webinar sul tema a costi piuttosto alti.
Inoltre vengono promossi software che sono tutti gratuiti.
I materiali d’ispirazione per i self-publisher in erba sono disponibili presso ogni biblioteca comunale.
La cultura è gratis, e grazie all’era digitale le possibilità sono sempre più ampie per tutti e tutte: le informazioni e la conoscenza vola con internet!

Be Sociable, Share!


  • -

Scopri la BBB Academy

Cos’è BBB Academy?

E’ un corso che ha lo scopo di formare self-publisher, ovvero autori di testi in grado di pubblicare, distribuire e promuovere in maniera autonoma le proprie opere in formato ebook senza avvalersi di case editrici.

Il corso è gratuito.

La partecipazione al Corso è riservata a chi ha una età non inferiore a anni 16.

Numero massimo di partecipanti previsto: 30 (le domande oltre la n° 30 saranno accettate con riserva)
Durata del corso in ore: 33
Le lezioni si terranno presso una delle Biblioteche comunali sparse per la nazione che promuovono questa iniziativa.

Come iscriversi?

Per iscriversi è necessario compilare un apposito modulo di candidatura presente in ogni biblioteca aderente.

Le domande pervenute saranno accettate sulla base dei seguenti criteri di priorità:

1) data di arrivo

2) priorità per i cittadini di età compresa tra 16 e 21 anni

3) conoscenze informatiche

4) possesso di un proprio notebook dotato di scheda Wi-Fi.

Una apposita commissione elaborerà una graduatoria degli ammessi che saranno avvisati via email o telefono.

Per essere ammessi alla prova finale e ricevere l’attestato di partecipazione i partecipanti ammessi al corso dovranno garantire la loro presenza per l’80% delle ore di lezione.

La partecipazione al corso è regolata dall’apposito Regolamento del Corso nelle biblioteche aderenti.

Questo è il calendario delle lezioni del corso (le date sono decise da ogni biblioteca aderente):

Calendario lezioni
Modulo Argomenti della lezione Ore
Presentazione corso Saluti degli organizzatori 1
Benvenuto agli alunni
L’editoria Le caratteristiche della lettura digitale 2
Piccola storia degli ebook
L’editoria Il mercato editoriale 3
La filiera editoriale
La distribuzione cartacea e digitale
Disintermediazione e disruption del self-publishing
L’opera Dare struttura e forma ad un testo 3
L’editing
La copertina
La cura grafica
Il self- Che cos’è il self-publishing 3
publishing Perché e quando utilizzarlo
Bit e carta
ebook e print on demand
L’ebook Formati e protezioni 3
Device per lettura e fruizione
Contenuti digitali: caratteristiche linguistiche e strutturali
L’ebook Conversione 3
Realizzazione
Modifiche
Validazione
Il self- Vendere un ebook 3
publishing Piattaforme di distribuzione
Rendicontazioni
Aspetti tecnici e fiscali
Book marketing Identificare i propri lettori e stabilire un rapporto 3
Social network generalisti
Social network di settore
Book marketing Strumenti per la promozione 3
Online e offline, booktrailer
Aspetti legislativi Principi di diritto d’autore per l’editoria digitale 3
Nuova contrattualistica per il self-publishing
Fine del corso Presentazione lavori e risultati 3

Be Sociable, Share!

 

 


  • -

Kindle: una recensione di un “non nativo digitale”

Category : recensioni

Questa recensione è su: Kindle, Schermo da 6″ a inchiostro elettronico, Wi-Fi, Grigio grafite (Elettronica)

Vuoi che sia l’eta’, vuoi i miei problemi di occhi (molto affaticati alla sera) l’eink e’ decisamente un modo piu naturale di leggere, sopratutto nelle ore buie con una luce accesa (anche quella del comodino va benissimo) rispetto a qualsiasi display retroilluminato, che sia ipad, un portatile etc. sopratutto se avete passato la giornata davanti ad un computer.

Il kindle e’ un’ottima periferica che fa il suo sporco lavoro: visualizzare testi, non e’ adatto a navigare (anche se hai il suo browser “beta”) o a fare altro.
Lo collegate ad un computer: viene visto come una “chiave USB” e scaricate dentro PDF (leggi dopo…) e documenti convertiti semplicemente trascinandoli.

Tenerlo in mano e’ comodissimo: e’ leggerissimo (molto molto meno di un “giallo mondadori” il polso non ne risente ASSOLUTAMENTE e per ore) e l’area di lettura e’ poco meno dello stesso formato (“urania” o “giallo mondadori” per capirci).

Durante la lettura potete selezionare 8 differenti dimensioni del carattere, larghezze di interlinea e stile del caratterem per compensare eventuali “stanchezze” della vista senza uscire dalla pagina.
Il fondo non e’ bianco come un vero libro, e’ leggermente grigiastro, ma non mi lamento, bisogna farci l’abitudine per un poco, in compenso piu luce c’e’ (magari sotto al sole) meglio si legge (esattamente l’opposto di un tablet normale).

Basta premere un bottone per mettere in standby il kindle e poi tornare a leggere la pagina corrente senza alcun consumo di batteria, e senza WiFi consuma davvero zero.
Diciamo 10 giorni per un lettore accanito, molto di piu per un lettore casuale, il consumo di batteria comunque avviene al cambio pagina quindi non e’ possibile dare un valore totalmente definitivo, dipende dalla larghezza dei caratteri etc etc… per mia esperienza una carica mi basta per leggere 5 libri “medi” (un migliaio di pagine in tutto).

Se avete altri adattatori USB da muro, come quelli in dotazione con iPad, iPhone, iPod ed altre periferiche (nonche’ gli adattatori USB da auto) funzionano tutti benissimo per caricarlo senza comprare il suo, io sto usando un vecchio adattatore da muro di un iPhone3G.
In realta’ non ho capito che differenza c’e’ tra lo stand-by e lo spegnimento: se decidete di spegnerlo (tenendo premuto lo stesso tasto per piu di 5 secondi) il Kindle si spegne ma ripremendolo si accende all’istante e sulla stessa pagina…. di fatto il “reboot” completo c’e’ solo dalla voce del menu (riavvia) ma pare assolutamente non necessario.
Dopo un mese di uso intensivo non ho mai avuto esperienza di CRASH o altri problemi.

Sconsiglio l’uso per i documenti PDF (che attualmente qualsiasi lettore “tratta” malissimo, provate il Sony…) per i quali serve ricorrere allo zoom, piuttosto, se volete tenere parecchi PDF, usate Calibre (un software gratis per Mac e Windows) che in men che non si dica converte una intera directory da PDF a MOBI che e’ il formato supportato meglio dal Kindle (a parte gli azw acquistati ovviamente, che sono praticamente lo stesso formato ma con il DRM).

Riguardo alle critiche sul fatto che non supporta gli ePub considerate che chi li supporta (sempre il Sony: ottimo lettore, sarebbe stata la mia prima scelta) non supporta Azw e Mobi, precludendovi l’acquisto da Amazon per esempio, insomma… ognuno fa quel che vuole e sarebbe davvero ora che unificassero il formato, rimane il fatto che il Sony non puo’ acquistarli da Amazon, costringendovi di fatto a “crakkare” un prodotto regolarmente acquistato, quindi considerate l’acquisto in base alla libreria online che deciderete di usare.

Avevo dei dubbi sui 2GB (di cui effettivamente disponibili 1.5GB) senza possibilita’ di espanderlo …. ma in formato MOBI ho convertito una directory di 1200 pubblicazioni e cataloghi in meno di 800MB … uno slot SD sarebbe il benvenuto ma in casi veramente estremi, per cui magari abbiate bisogno di storare almeno 500 di libri/cataloghi pieni di immagini (che pesano), e poi con uno slot SD andiamo a spendere almeno 50 euro di piu… insomma considerate le vostre esigenze prima dell’acquisto.

Unici due “contro” (per me):
1) manca una funzione di indicizzazione rapida del titolo (per esempio: tutti i titoli/autori che iniziano per “A” tipo agenda) costringendovi ad usare la ricerca generale, oppure a cambiare pagina continuamente, ed in presenza di centinaia di titoli non e’ comodo, magari sara’ risolto da qualche aggiornamento firmware; 2) i tasti di cambio pagina ai lati delle cornici (destra/sinistra) spesso li tocco senza volerlo nel maneggiarlo, costringendomi poi a tornare alla pagina precedente
Niente di tragico comunque.

Morale : 99 euro per me e’ regalato e lo consiglio caldamente (tenendo presente che NON e’ un tablet ovviamente), anzi e’ stato il miglior investimento prezzo/”prestazioni” della mia lunga vita di gadgettaro

Riguardo alle lamentele sul prezzo USA vs EU la fattura riporta:
costo EUR 81,82
IVA EUR 17,18
e direi che siamo allineati (con le tasse….)